COS’È L’OMOTOSSICOLOGIA?

L’omotossicologia viene considerata uno sviluppo dell’omeopatia; studia i fattori tossici per l’uomo (omotossine) identificati come possibile causa di malattia.

IN COSA CONSISTE?

La premessa da cui parte l’omotossicologia è che qualunque organismo è continuamente attraversato da un’enorme quantità di sostanze di provenienza esogena (batterivirustossine alimentarifarmacologichefattori di inquinamento ambientale, ecc.) ed endogena (prodotti intermedi dei diversi metabolismi, cataboliti finali, stress emotivi, ecc.) che possono avere valenza patogenica.
Il medico omotossicologo valuta la storia clinica del paziente in maniera dettagliata, analizzando tutti gli aspetti funzionali di base, valutandone l’eventuale alterazione e disreattività; segue poi l’esame clinico, la valutazione delle analisi del sangue e l’impostazione di un percorso terapeutico con molecole di origine prevalentemente fitoterapica che interagiscono a diversi livelli con i tessuti, gli organi e gli apparati.

A CHI È RIVOLTA?

A tutte le persone che non trovano risposta ai propri problemi di salute con la metodologia classica e ricercano uno strumento di diagnosi e cura che completa la clinica classica senza dissociarsi da questa in nessun modo.

DOTT. LANGIONE ALBERTO

Medico specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, Omotossicologo