COSA È IL PAVIMENTO PELVICO

E’ un sistema fasciale, muscolare e legamentoso che si trova nella parte inferiore del bacino e sostiene come un’amaca gli organi pelvici (uterovescicauretraretto) svolgendo la funzione di mantenimento della continenza urinaria e fecale, ha un ruolo importante durante la gravidanza e il parto e concorre al mantenimento della postura corretta.
Mantenere l’integrità e una buona funzionalità del pavimento pelvico è importante per prevenire e correggere alcuni disturbi uroginecologici e anorettali oltre che posturali.

A CHI E’ RIVOLTA LA RIABILITAZIONE

La riabilitazione del pavimento pelvico è rivolta a uomini e donne di tutte le età che presentino sintomi o vogliano prevenirne la comparsa; è rivolta a chi vuole essere protagonista della ricerca di una buona qualità della vita.
Puoi richiedere un colloquio informativo gratuito col personale specializzato.

GLI OBIETTIVI DELLA RIABILITAZIONE

La riabilitazione consiste in un percorso mirato, finalizzato al mantenimento o al recupero, nella massima misura possibile, della funzione del pavimento pelvico.

LE PRINCIPALI TECNICHE

CHINESITERAPIA PELVI PERINEALE

Consiste nell’esecuzione guidata dal terapista di esercizi di contrazione e rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico al fine di facilitarne la presa di coscienza e di rinforzare il sistema di sostegno degli organi pelvici o di ottenerne il rilassamento.

RIEDUCAZIONE POSTURALE

Costituita da esercizi respiratori e di controllo e correzione dei vizi posturali che possono influenzare il pavimento pelvico.

ELETTROSTIMOLAZIONE FUNZIONALE

E’ una stimolazione passiva che, oltre a favorire la presa di coscienza, stimola i muscoli del pavimento pelvico.
Pertanto è indicata in tutti i casi in cui questa funzione sia assente o deficitaria.

BIOFEEDBACK

E’ una ginnastica attiva che aiuta a riconoscere e a contrarre correttamente la muscolatura del pavimento pelvico avvalendosi di una sonda vaginale o anale collegata ad un computer che trasforma il segnale dell’attività muscolare in un segnale visivo e acustico; questo sistema permette alla persona assistita di monitorare personalmente e in tempo reale le contrazioni o il rilassamento e di imparare a compiere tali azioni in modo funzionalmente utile.

QUANDO E’ INDICATA LA RIABILITAZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO

APPARATO URINARIO – Incontinenza urinaria intesa come perdita di urina (associata a uno sforzo o un sintomo di urgenza); prolasso (discesa verso il basso o talvolta fuori dalla vagina di uno o più organi pelvici come vagina, vescica, retto); disturbi vescicali e difficoltà a svuotare completamente la vescica.

APPARATO GENITALE – Prolasso utero/vaginale; sindromi dolorose del pavimento pelvico; alcune disfunzioni sessuali.

APPARATO DIGERENTE – Prolasso rettale; incontinenza anale a feci e/o gas; difficoltà alla defecazione (urgenza alla defecazione); stipsi (stitichezza); sindromi dolorose anorettali.

RECUPERO MUSCOLATURA PELVICA POST-CHIRURGICA – Correzione chirurgica di qualsiasi tipo di prolasso; interventi alla piccola pelvi (a carico dell’apparato genitale, urinario o digerente); recupero funzionalità urogenitale e fecale nelle prostatectomie e colostomie.

DOLORE PELVICO ACUTO E CRONICO

PREVENZIONE DELLE DISFUNZIONI PELVICHE PRIMA E DOPO IL PARTO E NEL PERIODO POST MENOPAUSA

DISTURBI DI ORIGINE POSTURALE A CARICO DEL “CORE” (regione del corpo formata da due sistemi muscolari: stabilizzatore muscolatura locale e di movimento e muscolatura globale)

PREVENZIONE DEI DISTURBI DEL PAVIMENTO PELVICO NELLO SPORTIVO

 

 

 

PRENOTA SUBITO ONLINE